Terapia steroidea ernia discale

Recently, there has been a shift in the management paradigm from TPN ( total parenteral nutrition ) to early, post-pyloric enteral feeding (in which a feeding tube is endoscopically or radiographically introduced to the third portion of the duodenum). The advantage of enteral feeding is that it is more physiological, prevents gut mucosal atrophy, and is free from the side effects of TPN (such as fungemia ). The additional advantages of post-pyloric feeding are the inverse relationship of pancreatic exocrine secretions and distance of nutrient delivery from the pylorus, as well as reduced risk of aspiration.

Diversi studi dimostrano che l’ernia jatale è più frequente nei paziente con esofagite rispetto ai soggetti senza esofagite e che esiste una correlazione tra ernia jatale e severità dell’esofagite. Inoltre l’esposizione esofagea all’acido sembra maggiore nei pazienti con MRGE e ernia jatale rispetto a quelli con solo MRGE. D’altra parte esistono dati epidemiologici che dimostrano che il 50% della popolazione anziana normale presenta un’ernia jatale ma di questi solo il 9% lamenta sintomi compatibili con i MRGE; i meccanismi con cui l’ernia jatale può intervenire nella genesi della MRGE sono rappresentati sostanzialmente da un malfunzionamento della barriera antireflusso ed in particolare da: perdita dell’azione di rinforzo del canale diaframmatico sullo SEI e della pressione addominale sulla porzione intraddominale dell’esofago, ipotonia dello SEI, riduzione dell’ampiezza delle onde peristaltiche e conseguente alterazione della clearence esofagea sia per incompleto svuotamento esofageo che per aumento del tempo di clearence esofageo.

Terapia steroidea ernia discale

terapia steroidea ernia discale

Media:

terapia steroidea ernia discaleterapia steroidea ernia discaleterapia steroidea ernia discaleterapia steroidea ernia discale